Collegati con noi

Cognizione

Lesione cerebrale traumatica legata all'insorgere della neurodegenerazione

Uno studio fondamentale fornisce la prima evidenza che collega una singola lesione cerebrale traumatica a una forma anormale di demenza.

Pubblicato

on

Un nuovo studio, condotto da ricercatori dell'Istituto Mario Negri per la ricerca farmacologica di Milano e dell'Università di Glasgow, ha rilevato che un singolo trauma cranico (TBI) potrebbe aiutare a innescare una forma anormale di demenza associata alla proteina tau.

Tau, una forma di proteine ​​nel corpo, quando è in eccesso, è stata responsabile dello sviluppo di malattie neurodegenerative come il morbo di Alzheimer e di Parkinson. I ricercatori ritengono che l'inibizione di tau possa fornire effetti benefici.

Per lo studio, il team di ricercatori ha esaminato campioni di cervello di pazienti 15, di età compresa tra 19 e 89, che hanno riportato una grave lesione cerebrale traumatica entro un anno o più. I campioni sono stati quindi confrontati con una controparte senza storia nota di lesione cerebrale.

I ricercatori hanno rapidamente trovato prove di depositi diffusi di proteine ​​tau nel cervello di pazienti feriti. La presenza di tau era significativamente più alta rispetto alla controparte sana. In studi precedenti, i ricercatori sono stati in grado di scoprire risultati simili di tau anormale nei cervelli feriti dei topi.

"In studi paralleli abbiamo osservato lo stesso tipo di tau anormale nei topi feriti, che, nel tempo, si sono diffusi dal sito di lesione per coinvolgere regioni cerebrali remote. Questa progressiva diffusione di tau ricordava la diffusione dei prioni, le proteine ​​infettive più comunemente associate a malattie come la CJD. "

I risultati, secondo i ricercatori, forniscono la prima evidenza che collega la lesione cerebrale alla deposizione tau diffusa negli esseri umani, oltre a una forma auto-propagante di tau nei topi. Gli effetti a lungo termine della propagazione del tau possono indurre lo sviluppo di una malattia degenerativa.

"Questa osservazione che un singolo trauma cerebrale è associato alla deposizione tau diffusa negli esseri umani e alla formazione di una forma auto-propagante di tau in un modello animale rilevante fornisce la prima prova di come una lesione cerebrale meccanica potrebbe evolvere in una malattia cronica degenerativa del cervello , incluso CTE. "

I risultati sono stati pubblicati sulla rivista Cervello.

pubblicità

© 2018 Mental Daily. Tutti i diritti riservati.
Il nostro contenuto è a scopo informativo e non deve essere utilizzato come raccomandazione medica o terapeutica.