Collegati con noi

farmaci

Mancanza di acetil-L-carnitina legata alla depressione resistente al trattamento

Una carenza di acetil-L-carnitina potrebbe causare resistenza ad alcuni antidepressivi, una nuova ricerca ha trovato.

Pubblicato

on

I ricercatori della Stanford University, in collaborazione con la Rockefeller University, hanno scoperto che bassi livelli ematici della sostanza acetil-L-carnitina possono essere collegati a depressione grave, o Disturbo depressivo maggiore.

Lo studio, che ha analizzato i dati collettivi dei roditori, è la prima indicazione nota che l'acetil-L-carnitina potrebbe anche trattare i sintomi negli esseri umani. Inoltre, offre ai ricercatori informazioni sulla potenziale creazione di nuovi antidepressivi, con un inizio d'azione più rapido.

Natalie Rasgon, professore di psichiatria a Stanford e autrice dello studio, ha definito i risultati "un'aggiunta eccitante alla nostra comprensione dei meccanismi della malattia depressiva".

In precedenti studi della Rockefeller University, il Dr. Nasca ha concluso che una carenza di acetil-L-carnitina era associata a comportamento di tipo depressivo nei roditori, con il loro comportamento ripristinato alla normalità entro due o quattro settimane dopo somministrazione orale o endovenosa della sostanza.

I ricercatori ritengono che l'acetil-L-carnitina possa anche svolgere un ruolo cruciale nel cervello, colpendo regioni come l'ippocampo e la corteccia frontale, sulla base dei risultati dei roditori.

Nuove ricerche sull'uomo

Nel nuovo studio, i ricercatori hanno esaminato i pazienti con diagnosi di depressione, 20 invecchiato a 70, sia uomini che donne, ammessi al trattamento. Campioni di sangue e storie mediche sono state prese dai partecipanti. Inoltre è stato fornito un questionario dettagliato da compilare.

Quando sono stati consultati clinicamente, i ricercatori hanno notato che 28 dei partecipanti soffriva di depressione moderata, mentre 43 aveva una grave depressione.

Dopo l'analisi, i ricercatori hanno confrontato i campioni di sangue di pazienti con un campione di partecipanti sani identificati in demagogia con 45. Hanno scoperto che quelli che erano depressi esibivano livelli ematici inferiori di acetil-L-carnitina, dimostrati in entrambi i sessi.

Inoltre, i risultati hanno anche dimostrato che i più bassi livelli ematici della sostanza hanno causato i sintomi più gravi. Questi partecipanti hanno mostrato resistenza ai trattamenti e l'insorgenza del loro disturbo dell'umore è iniziata prima nella vita. Livelli inferiori erano anche correlati a una storia di abusi, povertà e esposizione alla violenza.

Sono necessari più test clinici

Anche se i risultati mettono in luce la possibilità di un trattamento più efficiente nei pazienti resistenti all'intervento farmacologico, i ricercatori mettono in guardia sull'uso di acetil-L-carnitina per alleviare la depressione negli esseri umani.

"Abbiamo molti esempi precedenti di come integratori nutrizionali ampiamente disponibili sul mercato e non regolamentati dalla Food and Drug Administration - per esempio, acidi grassi omega-3 o varie sostanze vegetali - sono propagandati come panacee per te-name-it, e poi non esagerare ", dicono i ricercatori.

I ricercatori hanno ancora bisogno di più risposte sul meccanismo di azione, compresa la dose, la frequenza e la durata, prima che la sostanza possa essere considerata terapeutica per i sintomi depressivi.

"Abbiamo identificato un nuovo importante biomarcatore del disturbo depressivo maggiore. Non abbiamo testato se integrare con quella sostanza potesse effettivamente migliorare i sintomi dei pazienti. Qual è la dose appropriata, la frequenza, la durata? Dobbiamo rispondere a molte domande prima di procedere con i consigli, ancora. Questo è il primo passo verso lo sviluppo di tale conoscenza, che richiederà studi clinici su larga scala attentamente controllati ".

I risultati sono stati pubblicati nel Atti della National Academy of Sciences e finanziato dalla Hope for Depression Research Foundation, dal Pritzker Neuropsychiatric Research Consortium e dalla Robertson Foundation.

pubblicità

© 2018 Mental Daily. Tutti i diritti riservati.
Il nostro contenuto è a scopo informativo e non deve essere utilizzato come raccomandazione medica o terapeutica.