Collegati con noi

farmaci

Protein-chinasi CK2: una nuova classe di trattamento antidepressivo in arrivo?

CK2 svolge un ruolo importante nel trattamento dei sintomi affettivi, i ricercatori hanno trovato.

Pubblicato

on

Foto: Wikimedia

Oggi, per coloro che soffrono di disturbi affettivi, gli inibitori selettivi del reuptake della serotonina (SSRI), la classe più popolare di antidepressivi, sono comunemente prescritti per ridurre i sintomi.

Uno studio recente, tuttavia, ha rilevato che l'alterazione di una proteina denominata caseina chinasi 2 (CK2) può trattare anche i sintomi di depressione e ansia, portando forse i ricercatori a una nuova classe di antidepressivi.

Come pubblicato in Molecular Psychiatry, i ricercatori del City College di New York hanno esaminato il ruolo di CK2 e la sua associazione con 5-HT4, un recettore della serotonina.

Secondo Julia Castello, uno dei principali ricercatori, la manipolazione di CK2 nel cervello provoca un'inibizione dei sintomi affettivi, come depressione e ansia. Gli effetti benefici di CK2 agiscono modulando il recettore 5-HT4, dicono i ricercatori.

"I nostri risultati identificano l'mPFC come la regione che media l'effetto di 5-HT potenziato4attività recettoriale e CK2 come modulatore dei livelli del recettore 5-HT4 in questa regione del cervello che regola i fenotipi legati all'umore ", si legge nello studio.

L'indagine su CK2 potrebbe determinare la formazione di nuovi antidepressivi e aumentare la nostra attuale comprensione dei recettori della serotonina e dei disturbi dell'umore.

"L'identificazione di nuovi obiettivi amplia la nostra comprensione della causa della depressione e del meccanismo di azione degli antidepressivi, che potrebbe portare alla formulazione di nuovi antidepressivi che funzionano in modo più efficiente e veloce per più persone", ha affermato Castello.

Sono previste ulteriori ricerche sull'efficacia di CK2 per i disturbi legati all'umore.

Nella ricerca precedente, CK2 è stato studiato per il suo possibile ruolo nel morbo di Parkinson, una malattia neurodegenerativa. La proteina contribuisce anche alla modulazione della discinesia indotta da L-DOPA, concludono i risultati.

pubblicità

© 2018 Mental Daily. Tutti i diritti riservati.
Il nostro contenuto è a scopo informativo e non deve essere utilizzato come raccomandazione medica o terapeutica.