Collegati con noi

Salute Mentale

La dipendenza da videogiochi sarà ora riconosciuta come un disturbo mentale

L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha riconosciuto una nuova condizione: disturbo del gioco.

Pubblicato

on

Foto: Tookapic

L'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) potrebbe presto includere un nuovo disturbo mentale legato alla dipendenza nella Classificazione Internazionale delle Malattie (ICD-11).

Secondo l'OMS, la dipendenza da videogiochi, classificata come "disturbo del gioco", è caratterizzata come una malattia in cui viene esibito un comportamento di gioco persistente, nonostante la sua capacità di compromettere il funzionamento personale, sociale, educativo e lavorativo.

Lo schema del comportamento di gioco impulsivo può verificarsi sia online che offline e i tratti devono essere presenti per almeno 12 mesi per l'avvio di una diagnosi; se i sintomi sono cronici, la durata può essere abbreviata.

"Il comportamento di gioco e altre caratteristiche sono normalmente evidenti in un periodo di almeno 12 mesi in modo che venga assegnata una diagnosi, sebbene la durata richiesta possa essere abbreviata se tutti i requisiti diagnostici sono soddisfatti ei sintomi sono severi," un ICD-11 sinossi legge.

Il disturbo di gioco rientra nella classe delle malattie classificate come comportamenti di dipendenza.

Disordine di gioco e ricerca precedente

In 2012, l'American Psychological Association (APA) pubblicato uno studio che collega eccessiva preoccupazione per i videogiochi ai problemi di impulsività e attenzione. Lo studio è stato condotto da Douglas A. Gentile, Ph.D., della Iowa State University.

"I bambini impulsivi con problemi di attenzione tendono a giocare più videogiochi, mentre i bambini in generale che trascorrono molto tempo in videogiochi possono anche sviluppare impulsività e difficoltà di attenzione", conclude lo studio.

In un altro studio, l'anno successivo, pubblicato dal Società per la personalità e la psicologia socialeè stato scoperto che i videogiochi persistenti aumentano l'attenzione visiva, ma riducono il controllo degli impulsi.

Ci sono molti altri studi che portano alla classificazione ICD-11 del disturbo del gioco che dimostra una correlazione tra alta frequenza del comportamento dei videogiochi, impulsività e problemi di attenzione.

Tuttavia, nonostante l'annuncio dell'OMS, si affiancano a una serie di nuovi studi di ricerca per l'anatomizzazione di questa nuova classificazione ICD-11.

pubblicità

© 2018 Mental Daily. Tutti i diritti riservati.
Il nostro contenuto è a scopo informativo e non deve essere utilizzato come raccomandazione medica o terapeutica.

GTranslate Your license is inactive or expired, please subscribe again!