Collegati con noi

Cognizione

I neuroscienziati spiegano come gli odori si trasformano in ricordi a lungo termine

Ecco perché alcuni odori possono riportare ricordi d'infanzia.

Pubblicato

on

Alcuni odori hanno la capacità di innescare ricordi, spesso aprendo la strada alla nostalgia - se sentimentalmente importante. La metodologia di come gli odori diventano ricordi è rimasta un po 'annebbiata; questo è, fino ad ora.

I neuroscienziati tedeschi della Ruhr-Universität Bochum hanno esaminato la conversione di certi odori in ricordi a lungo termine. Lo studio, guidato dalla dottoressa Christina Strauch e dalla dott.ssa Denise Manahan-Vaughan, è stato pubblicato sulla rivista Corteccia cerebrale.

Nello studio, i ricercatori si sono concentrati su un'area del cervello nel sistema olfattivo responsabile della codifica e della memorizzazione delle informazioni per il recupero: la corteccia piriforme.

La corteccia piriforme, che consiste nell'amigdala corticale, nell'incudine e nel giro anteriore paraippocampale, svolge un ruolo importante nell'olfatto umano, come la percezione dell'odore, tra le altre attività cognitive.

"È noto che la corteccia piriforme è in grado di immagazzinare temporaneamente memorie olfattive. Volevamo sapere se questo si applica anche ai ricordi a lungo termine ", ha affermato Strauch.

Quando si memorizzano i ricordi, la comunicazione tra i neuroni viene alterata durante un processo noto come plasticità sinaptica, creando così un ricordo.

I ricercatori hanno studiato la corteccia piriforme e se i ratti avevano la capacità di esprimere la plasticità sinaptica. Se in grado, hanno anche esaminato se il cambiamento è durato più di quattro ore, il che potrebbe essere la prova di una memoria a lungo termine.

Per imitare il processo di codifica di una sensazione olfattiva come memoria, hanno utilizzato frequenze e intensità diverse di impulsi elettrici. Questo processo agisce su un'altra parte del cervello sinonimo di memoria: l'ippocampo.

Tuttavia, i ricercatori hanno scoperto che non induceva lo stoccaggio di informazioni a lungo termine sotto forma di plasticità sinaptica. Così sono andati in un'area cerebrale più alta per vedere se la corteccia piriforme ha bisogno di essere istruita per iniziare una memoria a lungo termine.

La corteccia orbitofrontale, un'area cerebrale superiore associata a esperienze sensoriali, è stata stimolata con un promettente cambiamento nella corteccia piriforme.

Lo studio ha mostrato che la corteccia piriforme è associata al processo di conservazione di questi ricordi; tuttavia, funziona solo in interazione con altre aree del cervello.

"Il nostro studio mostra che la corteccia piriforme è effettivamente in grado di fungere da archivio per i ricordi a lungo termine. Ma ha bisogno di istruzioni dalla corteccia orbitofrontale - un'area cerebrale più alta - che indica che un evento deve essere immagazzinato come una memoria a lungo termine ", ha concluso Strauch.

La German Research Foundation, un'organizzazione di finanziamento della ricerca, ha contribuito allo studio.

pubblicità

© 2018 Mental Daily. Tutti i diritti riservati.
Il nostro contenuto è a scopo informativo e non deve essere utilizzato come raccomandazione medica o terapeutica.

GTranslate Your license is inactive or expired, please subscribe again!