Collegati con noi

Salute Mentale

I ricercatori trovano il collegamento tra autismo e alto status socioeconomico

Un nuovo studio suggerisce che il rischio di autismo è più probabile in uno stato socioeconomico più elevato.

Pubblicato

on

Credito: Università del Massachusetts Lowell

Secondo un nuovo studio, pubblicato nel American Journal of Public Health, i bambini con un basso profilo di reddito avevano meno probabilità di essere diagnosticati con un disturbo dello spettro autistico (ASD).

Un team di ricercatori, guidato da Maureen Durkin dell'università del Wisconsin, Waisman Center di Madison, ha esaminato i dati sull'assistenza sanitaria e sull'educazione di 1.3 milioni di bambini - di età 8 - da un programma di sorveglianza basato su CDC. Questi dati sono stati poi mescolati con le misure del Census degli Stati Uniti dello stato socioeconomico, in cui sono stati studiati i redditi familiari medi e l'istruzione universitaria.

I ricercatori hanno analizzato i dati in numerosi stati degli Stati Uniti, tra cui Alabama, Arizona, Arkansas, Colorado, Georgia, Maryland, Missouri, New Jersey, Carolina del Nord, Utah e Wisconsin.

Durante lo studio, tra 2002 e 2010, i ricercatori hanno notato che la prevalenza complessiva di ASD è aumentata significativamente, più del doppio rispetto a quando è iniziata la ricerca.

"Volevamo vedere se parte di questo aumento della prevalenza di ASD fosse dovuto al fatto che i progressi nelle tecniche di screening e nella formazione medica significavano che più bambini provenienti da ambienti svantaggiati stavano ottenendo accesso a diagnosi e servizi ASD", ha affermato Durkin, uno dei principali ricercatori.

"Non sembra che sia così", hanno concluso i ricercatori.

I risultati hanno suggerito che i bambini che vivevano in uno sviluppo socioeconomico inferiore, con un minor numero di diplomi di laurea, avevano meno probabilità di essere diagnosticati con un ASD, rispetto a quelli che provenivano da famiglie più prospere.

"Gli studi basati sulla popolazione sulla prevalenza del disturbo dello spettro autistico (ASD) negli Stati Uniti hanno riportato notevoli differenze tra gruppi razziali ed etnici selezionati, con prevalenza generalmente più elevata tra i bambini bianchi non ispanici rispetto ai neri non ispanici e bambini ispanici ", recita lo studio.

"Le scoperte statunitensi di variazione razziale / etnica e socioeconomica nella prevalenza suggeriscono un potenziale underascertainment di ASD in gruppi economicamente svantaggiati, e sollevano la questione se le disparità razziali ed etniche in corso nella prevalenza di ASD siano confuse da SES".

I risultati dello studio non dovrebbero essere percepiti come la prova che l'alto stato socioeconomico causa l'autismo, ma dovrebbe essere considerato come uno scenario possibile.

Un fattore cruciale, in particolare, è stato osservato dai ricercatori è che i risultati suggeriscono che le aree più povere hanno meno probabilità di essere diagnosticate con una DSA a causa dell'accesso limitato agli operatori sanitari che potrebbero fare la diagnosi e iniziare il trattamento.

1 nei bambini 68 viene diagnosticato con un ASD negli Stati Uniti. Circa la percentuale di 1 della popolazione mondiale ha un ASD, secondo i dati CDC.

pubblicità

© 2018 Mental Daily. Tutti i diritti riservati.
Il nostro contenuto è a scopo informativo e non deve essere utilizzato come raccomandazione medica o terapeutica.