Collegati con noi

Cognizione

Elevazioni chimiche del cervello identificate nella fase iniziale della psicosi

I ricercatori scoprono anomalie cerebrali associate alla psicosi del primo episodio.

Pubblicato

on

Credito: Getty Images / Hemera / Array

Secondo uno studio, pubblicato in Biological Psychiatry, gli individui che sperimentano il loro primo episodio di psicosi possono mostrare particolari anomalie chimiche del cervello: glutammato (Glu) e glicina (Gly).

Lo studio, condotto dal Dr. Dost Öngür della Harvard Medical School e dal suo team di ricercatori, mirava a misurare i livelli dei neurotrasmettitori di glutammato e glicina utilizzando una spettroscopia a risonanza magnetica (MRS) in pazienti con il loro primo episodio di psicosi.

C'erano partecipanti 46 con psicosi del primo episodio (20 con schizofrenia e 26 con disturbo bipolare), oltre a partecipanti sani identificati per età in 50.

"I livelli di Glu e Gly sono stati misurati in vivo nella corteccia cingolata anteriore e nella corteccia cingolata posteriore dei soggetti utilizzando la tecnica MRS del protone mediata dall'eco in 4T (cioè sequenza di spettroscopia risolta in punti modificati: 24 echo time steps con 20-ms incrementi). I livelli di metaboliti sono stati quantificati usando LCModel con set di basi simulate ", si legge nello studio.

I risultati, inaspettatamente, hanno portato i ricercatori alla conclusione che i livelli di glicina erano più alti nei partecipanti 46 con psicosi del primo episodio, rispetto ai partecipanti sani 50.

"I nostri risultati suggeriscono che le anormalità della glicina possono giocare un ruolo nelle prime fasi dei disturbi psicotici", ha detto il dott. Öngür, uno dei ricercatori principali.

Inoltre, i ricercatori hanno scoperto un aumento dei livelli di glutammato e suggeriscono che le elevazioni da entrambe le sostanze chimiche del cervello dimostrano che i recettori NMDA trasmettono una simulazione anormale nei disturbi psicotici.

"In conclusione, riportiamo livelli anormali di Glu e Gly nel cervello in pazienti con psicosi del primo episodio per mezzo della media delle TE1H-MRS a 4T, e che il modello delle nostre scoperte era coerente con il coinvolgimento dell'ipofunzione NMDAR nella fisiopatologia della psicosi nella fase iniziale ", afferma lo studio.

"La ricerca futura che accoppiasse queste osservazioni con studi di intervento per affrontare queste disfunzioni sarebbe di grande interesse".

pubblicità

© 2018 Mental Daily. Tutti i diritti riservati.
Il nostro contenuto è a scopo informativo e non deve essere utilizzato come raccomandazione medica o terapeutica.