Collegati con noi

Salute Mentale

I ricercatori esaminano gli effetti dei disastri naturali sulla gioventù

Uno studio dell'Università di Miami si tuffa in effetti correlati al PTSD sui giovani dopo l'uragano Ike.

Pubblicato

on

Credito: Lori Perkins / NASA

2017 ha visto una portata storica dell'attività dei cicloni tropicali nel bacino atlantico, colpendo milioni negli Stati Uniti e nelle isole dei Caraibi.

Da quando l'uragano Andrew, estremamente catastrofico, ha colpito la penisola sud-orientale della Florida, Annette M. La Greca, Professore di Psicologia e Pediatria presso l'Università di Miami, ha studiato come tali tempeste mostruose influenzino il benessere psicologico dei giovani.

La Greca, insieme al dottor BreAnne Danzi dell'Università di Miami, ha ricostruito esattamente come il disturbo post-traumatico da stress (PTSD) insorge nei bambini in seguito a un disastro naturale.

"La buona notizia è che la maggior parte dei bambini è resiliente, anche dopo una tempesta molto devastante", ha detto La Greca.

Lo studio, pubblicato per Giornale internazionale di psicologia clinica e sanitaria, ha avuto partecipanti 327, tutti i bambini di 7-11 provenienti da diverse scuole elementari a Galveston, in Texas durante l'uragano Ike di 2008.

I ricercatori hanno concluso che la definizione prescolare di PTSD ha trovato più bambini in difficoltà rispetto alla tradizionale definizione di adulto. Pertanto, per i bambini delle scuole elementari, la definizione prescolare può essere utilizzata per lo screening di PTSD a seguito di un disastro naturale.

Inoltre, secondo lo studio, due terzi dei bambini delle scuole elementari che potrebbero aver sofferto a causa di un disastro naturale, recuperati entro la fine dell'anno scolastico.

Tuttavia, i ricercatori hanno notato che i bambini che hanno recuperato di più avevano sistemi di supporto più forti e meno stressanti della vita, oltre a capacità di coping più forti.

"I bambini che hanno bisogno di sostegno extra includono quelli che riferiscono di sentirsi ansiosi o depressi, oltre che stressati, e che non hanno il supporto sociale di amici e familiari. Hanno anche più fattori di stress da affrontare dopo la tempesta. Tutti questi fattori contribuiscono a uno scarso recupero ea una minore capacità di recupero ", ha affermato La Greca.

Alla fine dello studio, La Greca e i suoi colleghi hanno creato un libro di esercizi che potrebbe aiutare i bambini che si stanno riprendendo da un disastro naturale, come è stato utilizzato dopo l'uragano Katrina e Ike.

Nella cartella di lavoro, intitolata Dopo la tempesta, i ricercatori sottolineano come rimanere in contatto con amici e familiari, mangiare e dormire bene, fare esercizio fisico e ignorare la copertura mediatica delle conseguenze delle tempeste può migliorare il processo di recupero e mantenere le cose positive.

È possibile scaricare la cartella di lavoro gratuita facendo clic qui.

pubblicità

© 2018 Mental Daily. Tutti i diritti riservati.
Il nostro contenuto è a scopo informativo e non deve essere utilizzato come raccomandazione medica o terapeutica.

GTranslate Your license is inactive or expired, please subscribe again!