Collegati con noi

Salute Mentale

L'idealizzazione omicida può essere la chiave per ridurre i crimini

Pubblicato

on

Nelle conversazioni casuali, i pensieri omicidi non vengono presi sul serio. Tuttavia, per pochi, quei pensieri possono trasparire in pericolose violenze.

Secondo i ricercatori, i pensieri omicidi potrebbero essere la chiave per ridurre il tasso di criminalità.

In un nuovo studio, pubblicato nel American Journal of Criminal Justiceidentificare i criminali criminali con l'idealizzazione omicida, a prescindere dal reale intento di danneggiare, potrebbe comportare modifiche alle frasi.

Matt DeLisi, un professore di giustizia penale dell'ISU, ha scoperto che i criminali che mostravano segni di pensieri omicidi avevano più probabilità di commettere una serie di crimini gravi.

Sebbene i pensieri omicidi siano semplici fantasie, in cui a Studio 1993 suggerito per quanto la percentuale di uomini 79 abbia questi pensieri, ci sono pochissime eccezioni dove quei pensieri progrediscono verso un atto di uccisione, date le giuste circostanze.

Per la maggior parte delle persone, l'idealizzazione omicida è di breve durata, e una volta che l'individuo si raffredda, anche i pensieri vanno bene, ha detto DeLisi.

Tuttavia, alcune persone portano rabbia per tutta la vita, tratti psicopatologici e ostilità, che alimenta la necessità di commettere tali orrendi crimini.

Secondo DeLisi, tra tutti i criminali che hanno partecipato allo studio, solo il 12 per cento aveva pensieri omicidi.

Mentre il numero è piccolo, indica la possibilità di reati più gravi come rapimento, omicidio, aggressione e rapina a mano armata, suggerisce lo studio.

In media, sulla base dei risultati, i trasgressori che hanno commesso il loro primo crimine all'età di 14, che ha proceduto a quasi tre dozzine di arresti e condanne 20, avevano cinque volte più probabilità di essere incarcerati o di violare la prova in modo persistente.

"È importante capire questi criminali perché commettono crimini più gravi, che ti consentono di fare di più da un punto di vista politico", ha affermato DeLisi.

"Molti di questi criminali non dovrebbero probabilmente mai essere liberati dal parto, e potremmo aver bisogno di riconsiderare le linee guida per la condanna di questi individui".

pubblicità

© 2018 Mental Daily. Tutti i diritti riservati.
Il nostro contenuto è a scopo informativo e non deve essere utilizzato come raccomandazione medica o terapeutica.