Collegati con noi

Salute Mentale

I rapper influenti di 5 che hanno rotto lo stigma della salute mentale

Pubblicato

on

Foto: Pixabay

"Fine."

Quelle erano le ultime parole proprio prima che un rapper di New York di 19 si suicidasse.
A dicembre 24, 2012, sul tetto del quartier generale del Cinematic Music Group a Manhattan, Jamal Dewar, meglio conosciuto come Capital STEEZ, si è tolto la vita, lasciandosi dietro un'eredità hip-hop.

Con l'espansione dell'hip-hop e con il passare degli anni, i rapper si interessarono rapidamente all'amplificazione dei successi del club piuttosto che concentrarsi sul lirismo. La salute mentale, un importante argomento globale, sta ricevendo un sacco di attenzione dai media mainstream da tutti gli angoli dell'industria musicale, ad eccezione dell'hip-hop.

Quindi, per contribuire a distruggere questo stigma sociale, ho compilato una lista dei migliori cinque rapper di questa generazione. Da YG a Mark Battles, i seguenti musicisti stanno infrangendo lo stigma della salute mentale - un fan alla volta.

5. YG

YG è forse meglio conosciuto per diversi successi radiofonici, prodotti da DJ Mustard, e ha esaurito le arene.

Tuttavia, nel bel mezzo del suo successo, YG è stato coinvolto in una sparatoria al di fuori del suo concerto, che si è conclusa con il rapper sparando tre volte; il bandito non è mai stato identificato.

A giugno 2016, mentre si preparava per il lancio del suo secondo album, il rapper ha descritto un periodo della sua vita pieno di paranoia e abuso di alcool, a seguito delle riprese.

VICELAND ha trasmesso uno speciale dopo che il rapper di Compton ha accettato una sessione di terapia con Siri Sat Nam Singh, Ph.D. Lo speciale è stato nominato YG e The Therapist e ha ricevuto feedback positivi dalla comunità hip-hop. Le basi speciali toccate su YG che è cresciuto da adolescente senza padre, che ha detto ha contribuito al suo alcolismo.

Data la sua enorme popolarità online, è una delle uniche volte in cui un rapper mainstream ha affrontato pubblicamente un problema di salute mentale personale. Speriamo solo che l'apertura di YG sulla salute mentale sia un trampolino di lancio per altri artisti che interrompano il loro silenzio.

4. Vic Mensa

In 2015, dopo una massiccia collaborazione nell'album di Kanye West "The Life of Pablo", il rapper di Chicago Vic Mensa è stato firmato da Roc Nation.

Ma con i riflettori arrivano gli svantaggi, e nel caso del caso, alla fine ha influito sulla sua salute mentale.

Nella canzone "There's Alot Going On", Mensa rivela le sue tragiche esperienze con il farmaco Adderall, oltre agli antidepressivi. L'idealizzazione suicida affliggeva la sua mente quando il rapper Roc Nation, appena firmato, iniziò a lavorare al suo album di debutto principale.

Dopo aver fatto un'apparizione su Sway in the Morn? Ng, Mensa è riuscito a farlo aprire sulla sua salute mentale, comprese le avversità che i suoi farmaci per la depressione hanno portato su di lui.

Da DJ Booth a molti altri blog musicali, il desiderio di Mensa di parlare della sua salute mentale e di accettarlo ha ricevuto solo critiche positive.

3. Charles Hamilton

Charles Hamilton è cresciuto nelle strade di Harlem, New York, essendo stato esposto alla musica in tenera età. Da piccola, sua madre lavorava come giornalista di intrattenimento che un giorno portò a casa una tastiera per suonare a Hamilton. Da quel giorno, il rapper della costa orientale 28 è diventato ispirato a scrivere musica.

La sua carriera musicale è iniziata in 2008 dopo un accordo di distribuzione da un milione di dollari con la Interscope Records. Più tardi nello stesso anno, è stato annunciato che sarebbe apparso nello stesso numero di copertina di 2009 XXL Freshman insieme a Kid Cudi, Wale e BoB, scatenando reazioni da quasi tutta la blogosfera.

Tuttavia, più tardi nello stesso anno, la visione del successo di Hamilton sarebbe arrivata a spirale dopo numerosi post controversi sui suoi account sui social media. I post hanno ricevuto un controllo approfondito e, a causa della pressione del pubblico, Hamilton è stato lasciato cadere dalla sua etichetta.

Fu solo anni dopo che Hamilton ricevette ufficialmente la diagnosi di disturbo bipolare, cambiando per sempre la sua vita. In un'intervista con Tabellone, il rapper di Harlem ha aperto al mondo la sua lotta con la malattia mentale.

"Volevo suicidarmi in carriera, suicidio fisico, suicidio spirituale. Non mi importava più ", ha detto Hamilton.

I pensieri sul suicidio e sull'auto-mutilazione divennero presto la norma per Hamilton. La sua depressione è diventata così grave che ha smesso di nascondere le sue cicatrici e ha iniziato a tagliare di fronte alla sua famiglia.

Anche se ci sono volute diverse visite alle strutture psichiatriche, come menzionato in a Tabellone colloquioHamilton ha finalmente ottenuto l'aiuto di cui aveva bisogno ed è stato schietto sulla salute mentale, sperando che la sua voce potesse motivare gli altri.

In 2016, Hamilton ha annunciato che tornerà nel settore musicale; il suo album di debutto principale è previsto per la fine di quest'anno.

2. Mark Battles

Mark Battles, 23, si è ispirato per la prima volta alla musica dopo la morte di suo fratello Carl, che ha avuto un incidente automobilistico vicino alla Pike High School, ABC News affiliato RTV segnalato.

Dall'incidente, Battles ha iniziato a scrivere musica e complottare, ha tracciato fino al suo primo momento.

In 2012, rapper di Indianapolis Mark Battles ha presentato al mondo il suo primo progetto musicale lucido, "Walking Distance", e da allora, è in aumento nell'industria musicale. E Battles non è estraneo ai critici.

"Non c'è stato un rapper di successo commerciale fuori dallo stato dell'Indiana" - questa idea è riecheggiata per tutta la vita dell'hip-hop. Ma in 2016, dopo l'uscita di due album in studio indipendenti, Battles ha fatto il suo debutto sulle classifiche di Billboard R & B / Hip-Hop, sollevando la questione se potrebbe essere il primo rapper a uscire dall'Indiana, spesso etichettato dai suoi fan come il "Re di Naptown".

Mentre pochi possono annuire alla domanda, è diventato evidente che la storia di Battles gli è valsa un accordo con l'etichetta discografica Quality Control Music di Atlanta, spettacoli sold-out a livello nazionale e un esercito di fan motivati ​​che, un album alla volta, stanno rapidamente imparando che chiunque può realizzare i loro sogni.

Fin dal primo giorno, la sua musica è stata incentrata su tafferugli nella vita che quasi tutti possono riguardare.

Infatti, il suo video musicale più visto, "The Truth", che in realtà è stato l'ispirazione per realizzare questo pezzo, affronta le conseguenze del superamento di un grave ostacolo alla salute. Il video, diretto da Jakob Owens, ha un'apparizione di Dizzy Wright e il produttore di Fly America DJ Yung 1.

In termini visivi, offre un messaggio potente sulle lotte di se stesso e dei suoi amici più stretti, tra cui l'ansia, la tossicodipendenza e l'obesità sopraffatte. Tuttavia, musicalmente, è un capolavoro solido. Quindi se ci sono degli aspiranti rappers che stanno leggendo questo: prendi appunti, perché segna le mie parole, è una futura matricola XXL.

1. Kendrick Lamar

Viene spesso definito il più grande rapper di questa generazione, e per una buona ragione. Kendrick Lamar, l'influente rapper di Compton, ha ispirato una nuova era di compositori e autori di musica hip-hop.

Lamar è probabilmente il più grande rapper di questa generazione ad aprirsi alle lotte della salute mentale, rispettivamente.

Ha affrontato la questione della stigmatizzazione della salute mentale con diverse canzoni e poesie hip-hop. Lamar mira a spianare la strada ai bambini per esprimere i loro problemi con la depressione e l'ansia.

Nella sua musica, Lamar ha affrontato il disturbo bipolare, la depressione clinica e i disturbi d'ansia.

In un'intervista con 2015 con MTV, la star del rap premiata con il Grammy ha parlato del suo album "To Pimp a Butterfly", che è cresciuto come uno dei migliori album dell'anno. Nel suo album, Lamar parla di diventare "vulnerabile" alla depressione e ai pensieri suicidi.

"Tre dei miei homeboys [uno] estate sono stati assassinati, anche quelli stretti, non solo qualcuno di cui ho sentito parlare. Queste [sono] persone con cui sono cresciuto. Tutto questo, psicologicamente, ti rovina il cervello. Vivi in ​​questa vita, sai cosa sto dicendo, ma devi ancora affrontare la realtà di questo ", ha affermato Lamar.

Mentre l'apertura di Lamar sulla salute mentale è un grande risultato, non è ancora abbastanza. Depressione e suicidio sono ancora un problema nel genere hip-hop, ma finché continueremo a far luce sui temi, potremmo iniziare a vedere un cambiamento più grande.

La lotta continua.

Questo articolo è stato originariamente pubblicato su HuffPost.

pubblicità

© 2018 Mental Daily. Tutti i diritti riservati.
Il nostro contenuto è a scopo informativo e non deve essere utilizzato come raccomandazione medica o terapeutica.