Collegati con noi

Cyberspazio

La guida online ai troll di Internet per psicologi

Pubblicato

on

Pixabay

Sono stati una forza dirompente su Internet, vomitando l'odio attraverso gli schermi dei monitor per oltre un decennio.

Principalmente conosciuti come "troll di Internet", provenivano da antiche comunità online come 4chan.

Per definizione, un troll di Internet è un utente che attacca deliberatamente, offende o causa guai agli altri, sia attraverso commenti, foto, video o gif.

In passato, la ricerca ha dimostrato che i troll portano tratti di personalità sinonimo di machiavellismo, psicopatia, sadismo e narcisismo, noto anche come "Dark Tetrad",Psychology Today segnalati.

Sebbene questi dati di ricerca non si applichino necessariamente a ogni singola persona che controlla su Internet, solleva alcune domande sul perché questo comportamento si verifica.

In questa guida online, imparerai l'origine e i diversi tipi di troll che un giorno incontrerai su Internet.

La storia dei troll

La parola trollsi crede che abbia avuto origine negli ultimi 1980 prima che diventasse uno dei gergo di Internet più popolari.

Troll ha diversi significati, tra cui brutto nano e demone, basato sull'antica lingua norvegese.

Nelle prime fasi di Internet, il trolling si mascherava come una forma di "fiammeggiante" proprio prima che i media mainstream ponessero un freno a questa teoria.

Con la crescita di Internet, grazie ai giganti del social networking come Facebook, MySpace e Twitter, le celebrità si sono presto trovate di fronte a nuove rughe per il dramma delle celebrità online.

Rapporti di morti false sono diventati la norma per quasi tutti i tipi di celebrità, indipendentemente dall'età.

Questo tipo di comportamento immorale è comune anche oggi, a causa del fatto che i troll hanno un passaggio completo all'anonimato online.

Oggi, la pesca alla traina continua, ma l'unica differenza è che milioni di utenti si stanno impegnando in comportamenti di tutte le età, etnie e sessi.

Di seguito sono elencati cinque tipi di troll che vagano nel mondo cibernetico.

I cinque tipi di troll di Internet

The Grammar Troll: Probabilmente hai visto questi "nazisti" grammaticali nei commenti di YouTube. Sono sempre alla ricerca di errori spelling spericolati, di solito lasciando un simbolo asterisco per contrassegnare il loro territorio.

I troll di grammatica hanno probabilmente un disperato bisogno di "una scusa" per diffondere odio e insulti, questo è il loro motivo.

Il troll esagerato: Questi troll tendono a fare affermazioni enfatizzate per risate e risatine, spesso innescando una lunga notte di dibattiti.

Generalmente, i troll che esagerano hanno personalità sarcastiche; il loro obiettivo è iniziare una "risposta divertente" da parte degli altri per riempire un vuoto di vuoto e disperazione.

The Know It All Troll: Probabilmente li vedrete come pulci dove sono presenti argomenti di politica, scienza o religione.

Dal nulla, questi troll diventano esperti e medici in molti campi, inclusa la scienza missilistica. Quindi fai attenzione, o potresti essere sorpreso da un possibile narcisista.

Lo spammer troll: Ecco la realtà: i troll degli spammer sono in una tremenda missione per fare soldi, sia che si tratti di cappello bianco o di tecniche black hat.

Recentemente, sono emersi resoconti dei media che collegano agenzie governative e aziendali a troll di spammer come modo per influenzare l'opinione pubblica.

Il Troll Sinistro: Questo tipo di troll è il più offensivo di tutti - oh, e anche pericoloso. La maggior parte delle volte, l'odio del troll si trasforma in grave cyberbullismo, prurito per una risposta negativa.

Questi troll sinistri hanno più probabilità di avere tratti di personalità sadici, psicopatici e narcisistici, come hanno suggerito molti ricercatori.

Quindi, ora che hai imparato tutti i diversi tipi di persone fastidiose su Internet, stai al sicuro. Oh, e per favore, non dare da mangiare ai troll!

pubblicità

© 2018 Mental Daily. Tutti i diritti riservati.
Il nostro contenuto è a scopo informativo e non deve essere utilizzato come raccomandazione medica o terapeutica.