Collegati con noi

Cognizione

Un nuovo test vocale potrebbe aiutare a diagnosticare Tourette più velocemente

Pubblicato

on

È un disordine neurologico paralizzante che colpisce milioni negli Stati Uniti; spesso associato anche al disturbo ossessivo-compulsivo (DOC) e al disturbo da deficit di attenzione e iperattività (OCD), eseguito in famiglia.

I bambini con la maggior parte dei tipi di disturbi del cervello combattono per assemblare i suoni ripetitivi e trasformarli in parole reali.

I ricercatori dietro questo nuovo studio hanno suggerito che i risultati dimostrati utilizzando la fonologia potrebbero essere utilizzati per aiutare a diagnosticare la sindrome più velocemente.

La sindrome di Tourette è un disturbo mentale ereditario, tipicamente caratterizzato da movimenti involontari e suoni chiamati "tic".

Lo studio, condotto da Northwestern, Johns Hopkins e Georgetown University negli Stati Uniti, non è il primo a dimostrare che i bambini con la sindrome di Tourette sono particolarmente abili in determinate tecniche linguistiche, Mail giornaliera segnalati.

In 1885, il disturbo è stato chiamato in onore del neurologo francese Dr. Georges Gilles de la Tourette dopo aver diagnosticato una donna che aveva la coprolalia: il tic giurato che colpisce una persona 10 con la sindrome.

Esempi noti comprendono ora il vincitore del Grande Fratello Pete Bennett, l'esecutore dei Ghostbusters Dan Ackroyd e l'ex portiere dell'Everton Tim Howard.

L'età media è di sette anni, ma potrebbe ridursi se la nuova ricerca aiuta a migliorare i processi di diagnosi e screening.

Ora, per diagnosticare questa sindrome, i pazienti devono avere almeno un tic vocale e più tic motori sono presenti per un anno o più, secondo il Manuale Diagnostico e Statistico dei Disordini Mentali Quinta Edizione.

Inoltre, la dott.ssa Cristina Dye, l'autore principale dello studio, ha dichiarato: "La ricerca che esamina i bambini con disturbi come la sindrome di Tourette di solito esplora difficoltà o debolezze".

Ha seguito dicendo: "Volevamo esaminare le potenziali aree di forza, come un modo per ampliare la comprensione di questo disturbo".

Presto, i ricercatori potrebbero essere in grado di prevedere se un bambino sarebbe vulnerabile allo sviluppo del disturbo. Tuttavia, i ricercatori devono condurre più test in quanto questa nuova informazione è solo l'inizio.

pubblicità

© 2018 Mental Daily. Tutti i diritti riservati.
Il nostro contenuto è a scopo informativo e non deve essere utilizzato come raccomandazione medica o terapeutica.